Strudel lievitato alle nocciole / Nußstrudel



Questo dolce da colazione è proprio un classicone che si trova un po' in tutti i panifici e supermercati austriaci in 2 varianti: quella con le nocciole e quella con i semi di papavero.
Dato che ho deciso di non comprare più alcun dolce preconfezionato (dopo aver letto bene le etichette, ci trovo ovunque grassi idrogenati, olio di palma, uova di provenienza poco chiara, conservanti, ecc.), ma di produrre il più possibile da sola, era ora che provassi anche questo dolce che mi è sempre piaciuto molto.
Non si tratta di un classico strudel di sfoglia, ma è un arrotolato di pasta lievitata, ripiena di nocciole ed uvette...ottimo con il caffelatte!

Per la pasta lievitata:

- 500 gr. di farina 00
- 1 bustina di lievito di birra secco
- 1 pizzico di sale
- 50 gr. di zucchero a velo
- 1 bustina di zucchero vanigliato (circa 8 gr.)
- 3 uova BIO
- la buccia grattugiata di un limone BIO
- 1 cucchiaio di rum
- 100 gr. di burro liquefatto
- 1/8 di litro di latte tiepido

In una terrina molto capiente mettete la farina setacciata e mescolatela con il lievito secco, create quindi un'affossamento nel mezzo e metteteci il sale, lo zucchero a velo e quello vanigliato, le uova, la buccia di limone, il rum ed il burro liquefatto, quindi armatevi delle fruste impastatrici e di muscoli di ferro ;) ed, aggiungendo a poco a poco il latte tiepido, cominciate ad impastare.

Impastate per 10-15 minuti, finchè l'impasto si staccherà completamente dai bordi e formerà una palla.
Coprite l'impasto con un canovaccio e lasciate lievitare in luogo tiepido finchè avrà raddoppiato il volume (minimo un'ora).

A lievitazione completata, preriscaldate il forno a 180° (sopra e sotto, non ventilato) e dedicatevi alla preparazione del ripieno.


Per il ripieno:

- 1/8 di litro di latte
- 100 gr. di zucchero
- 1 bustina di zucchero vanigliato (circa 8 gr.)
- 1 cucchiaio di rum
- la scorza grattugiata di un limone BIO
- cannella grattugiata q.b.
- 400 gr. di nocciole sbriciolate
- 100 gr. di uvette

Mettete a bollire in un pentolino il latte con lo zucchero semolato e quello vanigliato. Spegnete il fuoco, trasferite il latte in una ciotola capiente ed aggiungetevi il rum, la buccia di limone, la cannella, le uvette e le nocciole, amalgamando bene il tutto.

Procedete ora nella composizione dei vostri 2 strudel alle nocciole.
Dividete quindi il vostro impasto lievitato in 2 parti e stendete ciascuna (formate con ciascuna una sfoglia rettangolare alta 4-5 mm.) su una superficie infarinata.
Stendete metà del ripieno su ciascuna metà di sfoglia (l'impasto dovrà coprire metà del rettangolo).
Arrotolate ora ciascun rettangolo su se stesso, dal lato più lungo...per chiudere bene i bordi, io li ho spennellati con dell'olio di semi.

Stendete gli strudel su una placca da forno ricoperta di carta antiaderente ed infornate per circa 35 minuti.



Deutsche Version




Ein echter Klassiker, für alle, die Germstrudel lieben, aber es satt haben, industrielle Versionen zu kaufen, die mit Palmöl, gehärteten Fetten, Konservierungsstoffen, Eier aus Käfighaltung zubereitet werden.

Für den Germteig (für 2 Strudel oder einen Riesenstrudel):

- 500 g. Universalmehl
- 1 Pkg. Germ
- 1 Prise Salz
- 50 g. Staubzucker
- 1 Pkg. Vanille-Zucker
- 3 BIO Eier
- die geriebene Schale einer BIO-Zitrone
- 1 EL Rum
- 100 g. zerlassene Butter
- 1/8 l lauwarme Milch

In einer großen Schüssel Mehl und Germ mischen, in die Mitte eine Vertiefung eindrücken, Salz, Zucker, Vanille-Zucker, Eier, Rum, Zitronenschale und Butter hineingeben. Milch langsam hinzugeben und mit den Knethaken des Handrührgeräts alles verrühren.
Den Teig ca. 10-15 Minuten kneten, bis er blasen wirft.
Eine Kugel mit dem Teig formen, mit einem Tuch zudecken und mindestens eine Stunde gehen lassen (bis er doppelt so groß wird).

Ofen vorheizen (175° Ober- und Unterhitze) und währenddessen die Füllung vorbereiten.


Für die Füllung:

- 1/8 l Milch
- 100 g. Zucker
- 1 Pkg. Vanille-Zucker
- 1 EL Rum
- die abgeriebene Schale einer BIO-Zitrone
- etwas Zimt
- 400 g. geriebene Haselnüsse
- 100 g. Rosinen

Milch, Zucker und Vanill-Zucker zum kochen bringen, dann Her ausschalten und Rum, Zitronenschale, Zimt, Rosinen und Haselnüsse unterrühren.

Den Teig halbieren und aus jeder Hälfte ein Rechteck ausrollen und darauf die Füllung (bis zur Hälfte des Rechtecks) verteilen.
Jedes Rechteck zusammenrollen und gut schließen...ich habe die Ränder mit Sonneblumenöl bepinselt, damit sie geschlossen bleiben.

Die 2 Strudel auf ein mit Backpapier ausgelegtes Blech legen und ca. 35 Minuten backen.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

7 commenti:

francesca ha detto...

Bello l'intento di prepararsi a casa i dolci...io anche cerco di evitare di comprare i preconfezionati, copio volentieri la ricetta.
Francesca

La Titti ha detto...

Guarda, io penso che più si riesce a fare in casa e più la salute ci guadagni, certo non sempre si ha il tempo necessario, ma comunque lo sforzo vale sempre la pena!

myriam ha detto...

Che buono questo strudel! Anch'io sono per i dolci casalinghi, sono piu' buoni e piu' sani!
Lo proverò al piu' presto

Mari ha detto...

Buono...Fra l' altro ho comprato una confezione di papavero, penso che provero' questa variante.
Qui negli US il problema e' lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, una porcheria industriale che si trova anche nel pane. E infatti dobbiamo farcelo in casa. Anch' io cerco di evitare prodotti con lista di ingredienti chilometrica: ne guadagnano salute, umore e portafoglio.

APRANZOCONBEA ha detto...

cara Titti,
come ti avevo scritto nella risposta da me, grazie tante per i consigli che terrò buoni e pronti per la prossima trasferta viennese. Buona notte!

Fabiana ha detto...

E’ da un po’ che non riesco a passare a trovarti e mi sono persa dei piattini davvero niente male... un bacione fabiana

Rossella ha detto...

Ciao Titti ! E' bello ritrovarti con una ricettina come questa ! Anche io cerco di mangiare al meglio, evitando il più possibile, i cibi confezionati . Complimenti !!! Un caro saluto
Rossella

Posta un commento