Di french toast e colazioni da culoni / Über Arme Ritter und Big-Ass-Breakfast





Ho scoperto l'acqua calda...dovevo andare fino in Canada per accorgermi dell'esistenza di questo sfiziosissimo toast da colazione? Beh, evidentemente sì!
Innazitutto devo assolutamente parlarvi del locale dove l'ho mangiato per la prima volta: si tratta di un diner anni '50 chiamato The Templeton.
Quando entrate in questo piccolissimo ristorantino, vi sembra di catapultarvi in una puntata di Happy Days, risultato: sorriso stampato in faccia immediato.
Poi aprite il menù...e il sorriso si allarga..che siate carnivori, vegetariani o vegani, qui ce n'è per tutti, molti degli ingredienti sono biologici, le uova sono di galline allevate all'aperto, i salumi sono privi di conservanti, avete sempre la scelta del pane integrale al posto di quello bianco.



Ma la cosa più fantastica che trovate sul listino della colazione è la Big Ass Breakfast...sì insomma, la colazione dei culoni :) ovvero: 3 uova (cottura a piacimento), patate arrosto al rosmarino, 2 fette di toast con burro d'arachidi o marmellate, 2 french toast o 2 pancakes con banana e mirtilli, bacon classico o vegano (non credevo, ma era veramente buono!!).
La migliore colazione della mia vita...peccato che poi per 7 ore ero spalmata sul letto e per smaltire il tutto ho dovuto fare un'ora di jogging ;)
Ma non mi pento di nulla...sono tornata spessissimo al Templeton, soprattutto per i pancakes serviti con la frutta fresca e lo sciroppo d'acero e per i fantastici hamburger di funghi.

Ma torniamo ai french toast: per chi non li conoscesse, sono presenti in molte cucine del mondo con diversi nomi "poor knights of Windsor", "armer Ritter", "pain perdu", "pain dorè"e chi più ne ha più ne metta.
Secondo il mio libro "The Canadian Cookbook", in realtà il french toast è nato nell'antica Roma, dove veniva preparato con pane di altissima qualità, che veniva poi imbevuto nel latte di mandorle speziato e servito come colazione alle classi benestanti.

Ed eccovi la ricettina per 2 persone, in versione Titti:

- 4-5 fette di pane da toast integrale (oppure delle fette di pane del giorno prima)
- 100 ml. di latte BIO
- 2 uova BIO
- 1 pizzico di sale
- vaniglia (baccello oppure estratto)
- 1/2 cucchiaino di cannella grattugiata
- una noce di burro BIO
- zucchero a velo, sciroppo d'acero (preferibilmente biologico), frutta fresca a piacere


In una terrina sbattete le uova con il latte, aggiungete il sale, la vaniglia e la cannella, sempre mescolando.
Preriscaldate una padellina antiaderente e scaldatevi il burro.

Imbevete bene le fette di pane nell'uovo e latte, quindi mettetele ad abbrustolire in padella nel burro, circa 2-3 minuti per lato.
Servite calde con zucchero a velo, sciroppo d'acero e frutta fresca a piacere.



Deutsche Version




Ja ich weiß, viele Leute kennen schon den armen Ritter, und finden ihn gar nicht so besonders...aber für mich war er eine wunderbare Überraschung und ist jetzt mein perfektes Sonntagsfrühstück!
Das erste mal, das ich ihn gekostet habe, war in Vancouver beim The Templeton.
Das Lokal ist einfach das beste: ein '50 Jahren Diner mit Jukebox, ausgefallenen Möbeln und wunderbaren Speisen. Egal ob Fleischfresser, Vegetarier oder Veganer, hier gibt's für alle was gutes: die Eier sind aus Freihaltung, viele Zutaten sind Bio, das Brot kann mann immer auch Vollkorn haben, der Speck enthält keine Konservierungsstoffe, und und und...
Wenn mann wirklich hungrig ist, kann man für 11 Dollars ein Big Ass Breakfast bestellen: 3 Eier, Speck (auch in der veganen Variante, schmeckt wirklich gut), Rosmarinkartoffeln, Bananen-Heidelbeer-Pancakes oder French Toast, 2 Scheiben Toastbrot mit Erdnußbutter oder Marmelade...ein Wahnsinn!!

Aber jetzt zurück zum armen Ritter...hier ist meine Version für Sonntagsfrühstück (für 2 Personen):

- 4-5 Scheiben Vollkorn-Toastbrot oder Brot vom Vortag
- 100 ml. Bio-Milch
- 2 Bio-Eier
- 1 Prise Salz
- Vanille (Schote oder Extrakt)
- 1/2 TL Zimt
- etwas Butter
- Staubzucker, Ahornsirup und frische Früchte


In einer Schüssel Eier und Milch kurz schlagen, Salz, Vanille und Zimt dazugeben und gut mischen.
In einer beschichteten Pfanne die Butter erhitzen.

Brotscheiben in die Eier-Milch-Mischung eintauchen und in der Pfanne 2-3 Minuten pro Seite braten.
Mit Puderzucker, Ahornsirup und frischen Früchten servieren.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

11 commenti:

Vivere Verde ha detto...

interessante, la preparerò questo weekend :)

Xian ha detto...

Che meraviglia! E' proprio una di quelle colazioni da fare in vacanza... e poi saltare il pranzo ;-)

Genny G. ha detto...

speravo che la colazione da culoni fosse il french tost che mi piace tanto:DDD le 3 uova non ce la fo..ma culona so uguale:DDD

La Titti ha detto...

Un consiglio per rendere i french toast ancora più sfiziosi: dopo averli imbevuti, passarli nei semi di papavero mescolati a fiocchi d'avena, e poi procedere ad abbrustolirli, per un effetto super-croccante!

Betty ha detto...

mamma che meraviglia! li ho sempre e solo sentiti nominare i french toast, mai provati, mai assaggiati!
proverò, prima o poi :D
grazie per la ricetta, baci.

colombina ha detto...

ho sempre avuto voglia di provarli ma non l'ho mai fatto, mi sa che questa è la volta buona. Bravissima!!!

Merisi ha detto...

"da culoni" *giggles*

Gli americani mangiano questo toast con le salcicette, tanto buono! ;-)

APRANZOCONBEA ha detto...

quindi Titti...ogni sabato fai questa colazione?! wow. MI piace molto e ci son già due brufoli che al solo sentirmi frullare in testa questa ricetta, son li che fanno a gomitate per vedere chi spunta primo! molto bella tutta l'aneddotica poi...buona fruhestuck!

astrofiammante ha detto...

davvero una super colazione.....rallegra sicuramente la giornata ;-)

ELel ha detto...

Purtroppo io non li posso nemmeno guardare che mi rimangono sullo stomaco, ma mi fanno una gola!! :-(( Bel blog, mi piacerebbe poter leggere anche in tedesco, ma mi accontento!!!! ;-)

La Titti ha detto...

@Elel: grazie! eh, in effetti non sono proprio leggerissimi...però così deliziosi, che ogni tanto devo cedere alla tentazione!

Posta un commento